Famiglia Franchi
Nonni Luise e Germano con i figli Riccardo, Paolo, Roberto e Nino

una storia d'amore

La  storia  di  Schönhuber  Franchi  è  una  storia  d’amore,  quello tra Luise Schönhuber e Germano Franchi.

Luise è figlia di Johann, un artigiano e commerciante di Brunico specializzato negli utensili per la casa. Germano, invece, è un baldo giovane proveniente dalla Val di Non, arrivato a Brunico per fare il capostazione della ferrovia.

Un bel giorno di primavera, passeggiando lungo il fiume Rienza, i due si scambiano il primo timido sguardo. Pochi anni dopo, nel 1909, sotto le campane a festa del duomo di Brunico i due innamorati si scambiano gli anelli.

 

Ebbe così iniziò la storia di Schönhuber Franchi.


in principio era Schönhuber

La tradizione dell’azienda Schönhuber Franchi ha radici lontane nel tempo, e nello spazio.

Tutto ebbe inizio a metà 1800 a Brunico, dove Johann Schönhuber, padre di Luise, aveva un’officina con attiguo il negozio dove commerciava articoli per la casa.

Quando nel 1921 Luise si trasferisce assieme alla sua famiglia a Bolzano, la vita non è semplice. Il solo stipendio del marito ferroviere non basta per mantenere una famiglia di sei persone. Per questo motivo nel 1922 Luise ottiene il benestare del fratello Pepi (il padre Johann era morto qualche anno prima) per aprire in via Museo la filiale Bolzanina del negozio Schönhuber di Brunico.

Vetrina negozio di via Museo
Vetrina negozio di via Museo

I Portici a inizio '900
I Portici a inizio '900

1933, nasce Schönhuber Franchi

Nel marzo del 1933 viene a mancare Germano Franchi, il marito di Luise.

Fu così che Paolo, il secondo dei fratelli, decise di rimboccarsi le maniche per aiutare la madre a mandare avanti la famiglia.

Dopo un breve periodo di praticantato presso un’azienda di Udine, Paolo tornò a Bolzano con una grande idea, molta determinazione e un pizzico di incoscienza giovanile.

Mise assieme tutti i suoi risparmi e decise di prendere in affitto dalla famiglia Eccel il negozio al numero 45 dei Portici.

Era l’11 dicembre del 1933, a pochi giorni dal Natale apriva a Bolzano il primo negozio Schönhuber Franchi.

Quello che venne dopo già lo conoscete, è una storia fatta di dedizione, impegno e passione, scritta su un libro con ancora molte pagine bianche da riempire.


La partenza dai Portici
La partenza dai Portici

dai Portici a via Streiter

Era il 21 marzo del 2002, il primo giorno di primavera, quando la Schönhuber Franchi aprì i battenti su via Dr. Streiter.

Da qualche tempo Riccardo Franchi (figlio di Nino, il fratello di Paolo) osservava con preoccupazione l’arrivo sotto i portici di numerose grandi catene commerciali. Determinato a differenziarsi rispetto a quello che il mercato stava via via proponendo, Riccardo decise di intraprendere una nuova sfida. Spostare la Schönhuber Franchi dallo storico negozio dei Portici verso un nuovo spazio.

Da buon conoscitore delle potenzialità del centro storico, Riccardo decise di puntare tutto su via Dr. Streiter, una parallela dei Portici al tempo dimenticata.

Con l’arrivo della Schönhuber Franchi la via ritrovò nuova vivacità e dinamismo, e presto vide l’arrivo di molti altri commercianti storici di Bolzano che seguirono le orme della Schönhuber Franchi.

Oggi, se la cercate, è lì che la trovate. Al numero quattro, dove le vetrine colorate attirano la vostra attenzione... benvenuti !

L'arrivo in via Streiter
L'arrivo in via Streiter

Via Dr. Streiter-Gasse 4

tel 0471 972640

lunedì Montag - venerdì Freitag

sabato Samstag

 

39100 Bolzano/Bozen

fax 0471 050441

9:00 13:00 - 14:30 19:00

9:00 13:00 - 14:30 18:00

 

 

rimani aggiornato 

bleib auf dem Laufenden